I SANSONI X MAIEUTICAR

Abbiamo avuto il piacere di parlare con Fabrizio e Federico Sansone, in arte: “i Sansoni“.
Due fratelli siciliani, determinati, irriverenti e con il vizio dell’ironia.
Lo sfondo comico-satirico è quello preferito dal duo ma si divertono anche a far riflettere il proprio pubblico toccando temi sociali importanti utilizzando una comunicazione nitida, chiara e diretta, riuscendo allo stesso tempo a far riflettere e strappare non poche risate.
Conosciamo meglio il duo!

Ciao ragazzi! Come state? 
Ho visto che siete stati ultimamente a Milano, bolle qualcosa nella pentola? Raccontateci un po’…

In pentola bolle sempre qualcosa. È un po’ il trucco per vivere.
Sia artisticamente che fisicamente! Stiamo bene, sempre molto carichi.
I nostri obiettivi si fanno sempre più nitidi, sono ancora all’orizzonte ma lentamente navighiamo verso di loro. Andare a Milano è sempre una grande opportunità; abbiamo incontrato Facebook che si sta avvicinando sempre più ai creator, abbiamo visto i nostri manager e abbiamo cenato con tanti amici che lavorano e vivono su.
Da buoni “terroni” raduniamo le folle quando andiamo al nord e facciamo un po’ di sano casino!
Le opportunità che si stanno creando sono sempre più belle.
Non sceglieremo di fretta perché abbiamo sempre detto di voler essere controcorrente. Aspetteremo il momento giusto per i grandi passi.

Mi sono sempre chiesto com’è nata la favola de ‘i Sansoni’, quando è iniziato tutto? 

“I Sansoni nascono il primo maggio del 2015. Per la festa del lavoro. Per simboleggiare il fatto che ogni tentativo di inventarselo un lavoro è un gesto onorevole che compie anche chi non smette mai di cercarlo. Il perché non è semplice da spiegare, ma tutto nasce da un’esigenza. Noi vogliamo dire qualcosa a chi ha il piacere di ascoltarci. Non facciamo semplicemente “video“.
Sarebbe riduttivo usare un termine solo per indicare un prodotto che ci coinvolge in prima persona e che ci stimola. Siamo in attività ufficialmente, però, dal 2016 che è lo stesso anno in cui abbiamo firmato con il nostro attuale manager Niccolò Presta formando una grande squadra con Gianluca Comandini e Ivan Tamburini di You&Web. Abbiamo sempre parlato di un percorso e di tutte le tappe che servono ad essere forti per vivere a lungo in questo mondo dell’intrattenimento che, oggi, cambia più velocemente che mai.
Non prediligiamo una piattaforma in particolare; ci serviamo del web perché è il mezzo che ci ha premiati e che ci sta vedendo fare la “gavetta” ma la stessa cosa la facciamo a Teatro, aspirando alla TV, alla Radio e un giorno, chissà, al Cinema.

Da fratelli, vogliamo che ci raccontiate un pregio e un difetto l’uno dell’altro…

FEDERICO: il pregio di Fabrizio è il fratello.
FABRIZIO: ecco, lo sapevo. Anche questa battuta la fai continuamente eppure non mi sono mai lamentato.
FEDERICO: e questo è il suo difetto: rompe. Continuamente. Un perfezionista minuzioso e sociopatico.
FABRIZIO: qualcuno definirebbe condizioni essenziali per l’esistenza di un genio ma per la società è giusto che siano stranezze. Mio fratello ha il pregio di essere strano e il difetto di essere troppo leggero e spensierato seppur questo, spesso, diventa un suo punto di forza.
FEDERICO: ci equilibriamo molto va. Lui è astemio, non fuma, non beve caffè. Io l’opposto. 

Quando avete capito che stava diventando qualcosa di serio e importante il vostro progetto? 

Da subito. Non abbiamo mai avuto dubbi sul nostro operato. Sapevamo sin dall’inizio che l’intrattenimento sarebbe diventata la nostra passione e poi, fortunatamente, un lavoro.
Il progetto ha ancora tanta strada da fare e noi siamo pronti per farla tutta. Non molleremo mai un attimo.

Com’è stata la prima volta in TV? 

Emozionante. Su Rai 2 nella serata dedicata al Festival di Castrocaro per la prima volta siamo usciti come duo comico. Una serata condotta da Belen e Stefano De Martino, quindi per noi, un’emozione gigante. È stata un’esperienza utile che ci ha confermato delle cose che già sapevamo e ce ne ha fatte scoprire altrettante. Ogni esperienza serve a potenziarci, il debutto in TV non si scorda più. E noi lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Siamo molto felici e fortunati.

Riuscite a trattare temi importanti tramite una comicità unica e soprattutto rivolta a tantissimi giovani, questo vi responsabilizza e vi sprona a fare di più? Oltretutto come vivete il gap generazionale con persone più adulte? 

“Non c’è un gap generazionale. Nel nostro caso (siamo perfettamente a conoscenza che siamo particolari nel mondo del web e di Youtube Italia nel caso specifico) ogni gag è realizzata, nella maggior parte dei casi, per abbracciare tutto il pubblico. Sarebbe più facile per la nostra crescita istantanea avere chiaro un target ma noi abbiamo deciso di crescere lentamente e di semplificare temi importanti per renderli incisivi e chiari a tutti. Abbiamo trattato con rispetto molti temi sociali scottanti prendendo anche delle posizioni forti senza paura. Non ci responsabilizza l’assenza di paura, ci fortificano le reazioni. Il nostro pubblico, lentamente, ci ha scoperti e ha capito la profondità che ricerchiamo nelle nostre creazioni e ha capito l’assenza di buonismi o di retorica perché quando qualcuno ha qualcosa da dire si vede. Semplicemente. E noi abbiamo sempre qualcosa da dire, fortunatamente. E la diremo a modo nostro cercando di crescere tecnicamente e artisticamente senza porci limiti.”

Avete in programma un tour in teatro? Prossimi progetti? 

Siamo scaramantici. Non parliamo mai dei prossimi progetti. Parliamo di quelli in corso; siamo a teatro per la prima volta in tutta Italia con il nostro primo spettacolo, abbiamo in programma tantissimi video tematici per i prossimi mesi da condividere sul web con una programmazione fino alla prossima estate sempre in collaborazione con Atom che ci aiuta a realizzare i video, Tancredi Bua il nostro content editor e co-autore teatrale e il nostro regista Marco Maria Correnti. Cominceremo il tour a Roma e Pescara ma stiamo già lavorando al secondo spettacolo che ha uno scheletro e una forma con cui debutteremo a Palermo nel Marzo del 2020.
Gli altri progetti che ci avvolgono sono molto belli e altrettanto complicati ma ci faremo trovare pronti. Sempre.

Cosa porterete nel cuore di Palermo se un giorno per lavoro doveste trasferirvi fuori la città? Cosa vi mancherà?

Ci mancherebbe tutto. Sappiamo che l’eventuale trasferimento lavorativo ci priverebbe solo di mesi ma è quei che vogliamo stare. È qui che vogliamo vivere. Nella nostra città che ci ha dato tutto a cui non possiamo rinunciare. Il nostro obiettivo è creare qui soprattutto perché tutti ci dicono che non ci riesce nessuno e che non si può fare. Ci piace essere i primi. Gli avanguardisti. I sognatori per una città bellissima rovinata da pochi che non la meritano. Viva Palermo, Viva la Sicilia ma viva tutta l’Italia intera grande realtà specchio di tutte quelle piccole. Ma ci riprenderemo i nostri sogni. Promesso.

Le prossime date del tour ‘Fratelli Ma Non Troppo’:

I canali social network de ‘i Sansoni’:

Ringraziamo per la professionalità, collaborazione e cordialità Federico & Fabrizio.
Alla prossima e in bocca al lupo!

Maieuticar è un portale che tratta argomenti di informazione digitale, di comunicazione-marketing e contenuti di intrattenimento.
Nel nostro portale puoi trovare svariatissimi contenuti, tutti fruibili in maniera gratuita, da argomenti di marketing e comunicazione fino ad interviste fatte a personaggi dello spettacolo a livello siciliano e nazionale.
Nati e cresciuti in Sicilia.
Seguici
per rimanere connesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...