5 motivi per cui dovresti iniziare a scrivere

Scrivere è per molti una passione, par altri una condanna, spesso legata agli anni della scuola o l’Università in cui eravamo costretti a riempire pagine di fogli bianche con nozioni che avevamo faticosamente appreso con più o meno piacere.

La scrittura certo non si improvvisa e non sono qui per dare consigli su cosa o come scrivere, tuttavia vorrei condividere con voi alcuni motivi per i quali dovresti vedere la scrittura come un piacevole sfogo e un modo unico per comunicare, finendo (forse) per innamorartene.

1- Scrivere ti permetta di fare ordine fra le idee

Tante volte succede che facendo ordine nella nostra stanza ci capita di trovare qualcosa che pensavamo di aver dimenticato o perduto da qualche parte.
Con la scrittura è uguale: alle nostre idee serve un certo rigore per essere trovate o semplicemente rispolverate dopo averle abbandonate in qualche meandro della mente.
Scrivendo ci abituiamo a mettere in ordine le nostre idee in un pensiero razionale e coerente, molto spesso rileggendo ciò che scriviamo capita di notare particolari a cui non avremmo fatto caso se ci fossimo affidati alla nostra immaginazione.
È un po’ come essere dentro un labirinto e improvvisamente sollevarsi e volare, oltre quelle siepi che ci offuscavano la vista, per osservare il percorso dall’alto e vedere chiaramente la strada che dobbiamo seguire per trovare l’uscita.



2- Scrivere ti regala le chiavi per il tuo mondo personale

In quanti di noi si sono persi a fantasticare ad occhi aperti un mondo parallelo in cui le cose sono esattamente come le immaginiamo? 
Ebbene, scrivendo quelle immagini potranno prendere magicamente vita, fra le parole ci sono montagne verdi, fra le righe del tuo testo si potranno scorgere quelle cascate mozzafiato che fanno da arcobaleno a un castello incastonato fra le rocce.
E senza volare troppo con la fantasia, scrivendo puoi dare una forma concreta alle tue idee, divulgarle in modo chiaro e scorrevole, facendole scorrere come un fiume diretto al mondo esterno.



3- Scrivere ti fa conoscere un’altra parte di te

Chi si avvicina alla scrittura per la prima volta spesso si trova a fare i conti con la parte più riflessiva di sé che non conosceva, quella più profonda che, costretta a concentrarsi nel momento magico in cui le idee si trasformano in parole, vede quel fluire come un qualcosa di estraneo ma incredibilmente attraente.
È facile innamorarsi di ciò che si scrive, ma bisogna fare attenzione a mantenere la nostra anima critica viva, per non cadere in un pericoloso “narcisismo letterario”.
Narcisismo che si trasforma in curiosità quando si comprende il potenziale del nostro riflettere sulle idee che prima osservavamo con sincera devozione e ora invece selezioniamo accuratamente come un cercatore d’oro scarta le pepite di poco valore.



4- Scrivere ti rende responsabile delle tue idee

Il famoso proverbio latino verba volant, scripta manent è la sintesi perfetta di questo punto.
Scrivendo abbiamo la possibilità di diffondere in modo rapido e diretto le nostre idee, i nostri pensieri circa uno specifico argomento o semplicemente le nostre storie.

“Da grandi poteri derivano grandi responsabilità” direbbe lo zio Ben al nipote Peter Parker, alias Spiderman. E in effetti gli scrittori sono un po’ dei supereroi armati di penna, una penna che tante volte può veramente ferirne più che una spada. Per questo scrivere offre la chance di responsabilizzarsi e diventare “maturi” idealmente parlando, ovvero mettere sulle spalle onori ed oneri di ciò che decidiamo di portare alla luce con le nostre parole.
Una responsabilità quasi scontata, ma non per tutti.


5- Scrivere ti rende libero.

C’è poco da dire, poche cose come la scrittura sono sinonimo di libertà, da quando ci si batteva per combattere l’analfabetismo alle lotte contro le tirannie per la libertà di stampa.
Gli ideali romantici quando si parla di scrittura si sprecano, ma al giorno d’oggi in Italia parlare di libertà vuol dire anche parlare di scelta. Scelta di metterci la faccia e dire la nostra con un articolo su un blog, una poesia, una canzone, un libro o un racconto breve, anche con un murales.

Scrivere ti rende libero perché poche cose ti regalano l’ebrezza di vedere le tue idee prendere forma e poterle condividere con il mondo, sentirle apprezzate o, al contrario, criticate. 
Scrivere ti rende libero perché nulla al mondo vale come la forma delle tue idee, e il padrone sei tu, con le tue parole, le tue figure retoriche e il tuo stile.

Scrivere ti rende libero perché, in fondo, non c’è nulla come scrivere.

Articolo scritto da Andrea Caenazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...