Pianificare, perché è importante

Pianificare, eccola la parolina magica.
Pianificare vuol dire mettere nero su bianco i tuoi pensieri. Quanto questa parola ti possa mettere in crisi lo sai solo tu, oppure quanto tu non possa assolutamente farne a meno perché sei un pianificatore seriale, diciamo che qualunque sia la tua situazione per pianificare hai bisogno ascoltarti.

Si perché ogni viaggio verso il raggiungimento dei tuo obiettivi, parte da dentro di te.
Quando decidi di mettere nero su bianco il fine del tuo desiderio, stai dando una forma reale a qualcosa che fino a pochi secondi prima era nella tua mente e lì soltanto.

Ma se tu focalizzi il pensiero, gli dai un nome e lo scrivi su un foglio, quello diventa un pochino più reale.
Una volta che hai ascoltato quali siano veramente i tuoi obiettivi, chiediti perché vuoi raggiungere quella cosa rispetto ad un’altra.

Se avrai motivazioni solide, sarai meno incline ad abbandonare il sentiero che ti porta al loro raggiungimento. Perciò a questo punto, se hai individuato quale possa essere il tuo obiettivo e la tua motivazione che ti spinge verso di esso, cerca di capire quali possono essere le azioni concrete per poterlo raggiungere.
Sia chiaro, devono essere azioni semplici, non cose eclatanti, devono essere tutti passi misurabili e non avrai un tempo infinito, devi darti delle scadenze.
Questo ti aiuterà a non adagiarti quando i tempi tenderanno ad allungarsi, perché i tempi si allungano sempre, vorremmo tutto e subito, invece la pazienza, la calma e la perseveranza sono le alleate che ti aiuteranno a vincere la tua battaglia, anche se fosse semplicemente con te stessa o te stesso. I fallimenti probabilmente non mancheranno ad arrivare, ed è un bene che ci siano, perché da essi capirai come fare per non sbagliare di nuovo. Nessuno è nato già abile nel fare qualcosa, ma già dalla nascita ci è stata fornita la capacità più importante, quella di imparare.

Se ci pensi, anche la più piccola esperienza che hai appreso nella tua vita, l’hai fatta tua seguendo la strada dei tentativi e non sei sempre stato bravo o brava al primo colpo, pensa solo a quante volte sei caduto o caduta mentre imparavi a camminare, ad andare in bicicletta o quanto era orribile la tua grafia quando hai imparato a scrivere.

Ecco, hai dovuto fare pratica per imparare, lo stesso devi fare ora che vuoi raggiungere un obiettivo, che sia il sogno della tua vita o la tua più grande ambizione lavorativa, ricorda: il fallimento non ti deve far abbandonare, il fallimento deve spronarti a fare meglio, proprio come quando eri bambino o bambina.
Come sempre non esiste una bacchetta magica e la fortuna spesso aiuta qualcuno di noi, ma non tutti arrivano dove desiderano grazie all’intervento della dea bendata.

Molti arrivano perché nonostante tutto hanno continuato a tentare. Ogni tentativo sarà un passo in più, ogni passo in più, ti avrà portato o ti porterà più vicino. Quello che conta sei tu e il tuo desiderio.

“I sogni richiedono fatica” diceva Coelho e non ha mica torto secondo me.

Perciò tu non buttare la spugna alla prima difficoltà, ascoltati, focalizza, usa tutta la tua creatività per porti obiettivi concreti e misurabili, hai infinite possibilità nelle tue mani, devi solo iniziare, ed iniziandoli a scrivere su un foglio ti aiuta a vederli non solo visivamente, ma ti aiuta già a fare quel passo in più.

Articolo di Agnese Torre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...